Vino biologico e vini naturali

Come fare un buon vino senza solfiti

Il vino biologico e i vini naturali sono il frutto di un approccio che privilegia il rapporto con la natura e con la genuinità dei cibi che da essa noi consumiamo.

Il termine “vino biologico” indica un prodotto ottenuto dalle uve coltivate con i metodi dell’agricoltura biologica.
Il vino di per sé non sarebbe infatti biologico, semplicemente perché alcune sostanze (per esempio i solfiti) sono comunque ammessi e rarissimamente se ne puo’ fare a meno.

I cosidetti vini naturali sono invece dei vini che, oltre all’aspetto della coltivazione da agricoltura biologica, sono caratterizzati dal fatto che nessun elemento è stato aggiunto al mosto. Tendenzialmente nemmeno l’anidride solforosa, nessun acido e nessun correttivo di alcuna sorta. Il discorso è molto complesso, perché non c’è una vera e propria regolamentazione, ognuno interpreta a suo modo, e spesso i solfiti vengono comunque aggiunti per evitare deviazioni batteriche o forti ossidazioni.

Ma è vero che i vini naturali hanno, rispetto ai vini biologici, una maggiore ambizione. Discorso a parte va fatto per i vini biodinamici, molto alla moda. Si tratta di vini che seguono le prescrizioni di Rudolf Steiner, prescrizioni a volte intrise di misticismo, superstizione e empirismo. Per esempio le fasi della luna avrebbero una certa influenza e condizionerebbero la vendemmia, l’acqua andrebbe dinamizzata con procedimenti strani che non so neanche dirvi.
Personalmente sono molto scettico.

Perché questo sito ?

Non sono un enologo e faccio vino solo per passione. Negli ultimi anni mi sono dedicato alla produzione casalinga di poche bottiglie (un centinaio all’anno) cercando di privilegiare la qualità, con scelte a volte non comprese dal contadino di turno.  In ambito popolare si pensa infatti che se il vino fermenta allora tutto va bene. Poco importa se l’uva contiene marciume, se è stata scaricata da un camion e piena di terra, se è stata vendemmiata indistintamente. Ma non è così, per fare un buon vino bisogna prestare attenzione a molti aspetti anche solo dettati dal buon senso.

Ma ci vuole anche un sano studio e molta pazienza.
Sul sito cercherò di aggiungere via via degli articoli che parlano di come si fa il vino biologico o naturale che dir si voglia, e le varie fasi che conducono al prodotto finito senza dovere aggiungere nulla al mosto. Darò certamente priorità alla produzione artigianale, e a come si possa fare un buon vino senza aggiunta di solfiti.

Qualche articolo entrarà in dettagli scientifici, ma con un linguaggio semplice e senza pretese. Cercherò dunque il più possibile di darvi i giusti riferimenti bibliografici che possano permettervi di approfondire ogni argomento. Buona lettura e buon vino biologico a tutti.

Emanuele